Senza

Fabbricante di canzoni

 

E ti svegli la mattina che non sai che cosa fare
Tutti sanno cosa fare, tutti sanno dove andare
Pure la tua sorellina, fa la terza elementare
Pure lei sa cosa fare, c’ha il culo di studiare e tu sei senza…

Siamo senza occupazione, siamo senza
Solo fare colazione è un’esperienza, senza, senza, senza, senza
Non ci sono più brioches sulla credenza!

Devi darti una lavata con la voglia di dormire,
con quell’acqua che è gelata, gelata da morire
ma ti squilla il campanello, chi è che spappola i coglioni
c’è Javè che ti saluta insieme con i Testimoni,

siamo senza, siamo senza religione, siamo senza
io non mi sento circonciso a sufficienza, senza, senza, senza, senza
comunione, confessione, penitenza!

Ma una cosa intelligente devo fare stamattina
Devo prendere la macchina ed andarmene in collina,
che comincia a fare caldo, l’estate si avvicina,
vado e prendo un po’ di sole…
non c’ho un cazzo di benzina!

Ma è talmente tanto grande la voglia di partire
Che dovrò sacrificare queste diecimila lire…
Dopo sono senza soldi, non è così importante
Ma non ho nemmeno acceso che mi ferma una volante

Siamo senza, siamo senza documenti,
“abbia pazienza…
Lei capisce, in dei momenti siamo senza,
senza, senza, senza…”
“Esca fuori senza fare resistenza!”

siamo senza orologio, senza colazione,
orfani di contante perché senza occupazione,
siamo senza una casa, senza abitazione,
senza televideo, senza televisione,
siamo senza maglia e mutande, senza pantaloni,
siamo senza margherita, Napoli, quattro stagioni,
senza Italia uno, senza Italia sette,
senza l’accendino, siamo senza sigarette!

Così quando è già mattina che non sai che cosa fare
prendi in considerazione ti puoi riaddormentare
perché il sonno non ti vizia e non puoi farne senza
non é un gesto di pigrizia ma una scelta
d’esperienza

siamo senza senza senza
e la porti un bacione a Fiorenza!