Cose dell'alto mondo

Cose dell'altro mondo

 

“Appropinquante fine mundi” urla un pazzo per la strada
e signorine lampadate bevono piña-colada
Appropinquante fine mundi nelle voci dei cantanti
aria di rivoluzione ma per dilettanti

Gli immigrati sbarcano, mentre i bimbi abbattono la Moschea
Gesù Cristo è immobile, sembra impassibile,
sulla croce con il marchio Ikea.

e noi attaccati a un cellulare ci mandiamo messaggi d’amore
e noi aggrappati a un cellulare ci spediamo messaggi d’amore
e noi attaccati a un cellulare ci mandiamo messaggi d’amore
e noi aggrappati a un cellulare ci spediamo messaggi d’amore

Appropinquante fine mundi, nell’indifferenza generale
quanti profeti patentati il giorno del giudizio universale
e si avvicina la fine del mondo, come la credenza medievale
quante bombe atomiche nascoste, da un telegiornale

Temporali arrivano, terremoti che alzano la marea
Gesù Cristo è inutile, sembra invisibile,
mentre scegli i mobili all’Ikea.

e noi attaccati a un cellulare ci mandiamo messaggi d’amore
e noi aggrappati a un cellulare ci spediamo messaggi d’amore
e noi attaccati a un cellulare ci mandiamo messaggi d’amore
e noi aggrappati a un cellulare ci spediamo messaggi d’amore

A cosa penserai nell’ultimo secondo?
se non hai visto mai… cose dell’altro mondo
e forse cercherai un senso più profondo
e mi racconterai cose dell’altro mondo

cose dell’altro mondo
cose dell’altro mondo
cose dell’altro mondo
cose dell’altro mondo